Caffè lungo con capsule compatibili

Elisa Furlanetto

La scelta del caffè lungo o ristretto è spesso frutto di mancata conoscenza, sia con il caffè espresso del Bar che con il caffè in capsule compatibili preparato a casa.Capsule-compatibili-caffè-lungo

Capita spesso di trovarsi al bancone del Bar o a casa di amici e sentire qualcuno che chiede un caffè lungo o alto. I motivi per cui si sceglie un caffè lungo sono essenzialmente due:

  1. C’è più caffè nella tazza e così se ne beve di più
  2. C’è più acqua e quindi sembra meno forte

Si può condividere o meno la scelta di avere più caffè nella tazza, magari per usarlo per comporre poi una bevanda diversa a base di caffè: con il latte, da inzuppare con gli amaretti o con i dolci; oppure solo per berne di più e appagare il senso di sazietà.

Premettiamo che il caffè lungo al Bar deve essere fatto dal Barista in modo corretto e quindi con una macinatura, con una temperatura e una regolazione della macchina adatta. Più semplici sono invece le considerazioni per il caffè lungo fatto con le capsule compatibili.

Il caffè lungo preparato con le capsule non è più leggero, anzi, è più forte.

 

Parliamo di cialde di caffè di ogni tipo, da quelle di carta a quelle di plastica, alle capsule Nespresso, capsule originali o compatibili.

Il caffè lungo è più carico e ricco in termini di caffeina e anche più forte come gusto al palato.

LE MOTIVAZIONI:

La dose perfetta per preparare una tazzina di caffè è 7 grammi di caffè macinato.
Proprio questa è la dose di caffè macinato che si trova all’interno delle cialde di caffè (di carta, ESE 44) e all’interno delle classiche capsule compatibili con il sistema Lavazza Espresso Point, mentre ne troviamo circa 6 grammi nelle capsule Nespresso o compatibili Nespresso. Questi naturalmente sono pesi standard, ma possono variare leggermente a causa della temperatura e dell’’umidità ambientali.

Questo significa che un caffè normale (all’italiana è un caffè espresso) sprigiona tutti i suoi aromi e il suo gusto se preparato con una certa quantità di caffè e una certa quantità d’acqua, in un certo tempo (una ventina di secondi circa).

Le macchinette per le capsule possono essere manuali quando si deve premere il pulsante per fermare la dose d’acqua, oppure possono essere configurate per regolare automaticamente la dose d’acqua per caffè normale o lungo, con due pulsanti separati. I pulsanti, in ogni caso, non fanno altro che prolungare l’erogazione di acqua in tazzina.

Questa maggiore quantità d’acqua calda che arriva in tazzina passa sempre attraverso il caffè contenuto nella capsula, continuando in tal modo a produrre caffè oltre la misura standard consigliata per quella quantità di macinato e creando così un caffè più forte.
Per questo il caffè lungo è più ricco di caffeina ed essendo sovraestratto spesso risulta più forte e con retrogusto più amaro.

Il consiglio quindi è preparare il caffè per come è stato pensato.
In ogni caso, buon caffè ABC!