Qual’è la cialda che fa il caffè più buono?

ABC caffè

Tantissime le cialde di caffè disponibili, ma quando avete bevuto veramente una cialda di caffè buono e cremoso?

Ovunque si può bere il caffè in cialde: negli uffici, nelle case e spesso anche nei piccoli Bar o nei circoli ricreativi. Oggi troviamo facilmente le macchinette di caffè in cialde perché il suo consumo è estremamente comodo e pulito e quindi molto poco impegnativo per tutti.
Non per questo bere un caffè in cialde deve significare non bere un buon caffè!

Le abitudini nel bere il caffè

Ogni persona ha dei gusti diversi anche in tema di caffè. Facile dire che alto, basso, semplice, macchiato, al vetro sono solo alcune delle modalità di berlo, ma il caffè ha sicuramente anche dei “gusti geografici”.

Se vogliamo semplificare possiamo dire che nel centro e sud Italia il caffè si beve e piace forte e corto (qualità robusta), mentre nel centro-nord Italia si preferisce qualcosa di più aromatico (con caffè arabica).
Questo è solo uno dei motivi per cui anche le torrefazioni lavorano in modo diverso e con caffè di diversa qualità.

Ecco che solo con queste poche indicazioni si possono dividere in due categorie le caratteristiche che identificano un buon caffè e che si ripercuotono anche sulla scelta di una cialda di caffè.

Le qualità di un buon caffè. cialde buon caffè ABC

Un caffè buono deve innanzitutto piacere a chi lo beve e non fare male.

Un buon caffè in cialda deve essere:

– prodotto bene dal torrefattore, con solo del caffè naturale tostato e macinato a regola d’arte;

– senza additivi o conservanti;

– prodotto con una carta alimentare o carta di riso naturale, nel rispetto del prodotto naturale.

COME RICONOSCERLO:

Non ci sono tanti modi per riconoscere la qualità di una cialda di caffè, ma sicuramente uno è quello di informarsi o cercare notizie sulla produzione o sul marchio (più è industriale e più sicuramente avrà una produzione seriale …); l’altro è quello di assaggiarlo.

Un caffè va assaggiato nella modalità in cui lo si desidera bere, quindi se parliamo di cialde di caffè non possiamo pensare che la stessa qualità e/o bontà la si possa trovare nel medesimo caffè in capsula, per moka o espresso al Bar. Cosa dobbiamo guardare?

Aspetto > deve avere una crema densa e di colore castano/nocciola chiaro (la crema chiara è sintomo di qualità estremamente bassa del caffè in cialda)

Aroma > deve essere forte ed evocare subito fragranze di cioccolato o di spezie, di frutti; comunque rimanere intenso e persistente

Sapore > più o meno forte ma sicuramente deve rimanere un gusto denso e vellutato al palato, tale da desiderare di berne un’altro

La preparazione del caffè in cialda.

Sicuramente il caffè espresso del Bar può risultare più buono o con una crema migliore e qui i fattori decisivi sono tanti, ma altrettanto degno di bontà è un caffè preparato in casa o in ufficio con le cialde e la relativa macchinetta.

La macchina può essere più o meno grande anche relativamente agli usi che se ne vogliono fare (quantità giornaliera di caffè che è sicuramente diversa tra casa e lavoro).
Si consiglia di far scorrere un po’ d’acqua prima di fare il caffè, allo scopo di far riscaldare la parte meccanica e il filtro della macchina, non lasciare mai la cialda dentro la macchinetta ma di toglierla appena fatto il caffè e poi far nuovamente scorrere un po’ d’acqua dopo aver terminato di fare il caffè, per far pulire bene il beccuccio.

La cialda che fa il caffè buono.

Tutto quello che abbiamo detto secondo noi influenza in modo importante le proprie scelte e le modalità per definire una cialda di caffè buono o preferito.

ABC caffè è una torrefazione che ha fatto delle scelte in tema di qualità e di caffè che partono dall’origine del chicco fino alla modalità di tostatura, sempre nel rispetto della tradizione artigianale che la contraddistingue.

Dobbiamo anche considerare che non tutte le miscele di caffè sono adatte al consumo in cialda e per questo ABC caffè ha scelto poche miscele ma importanti, per trasmettere sempre e con certezza la qualità che la contraddistingue.